0
Posted ottobre 1, 2018 by admin in Il Cenacolo Bruscianese
 
 

Brusciano – Puliamo il Mondo Conclusione


Brusciano – Puliamo il Mondo Conclusione

dalla redazione (foto di Nunzia Maione e Fernando Russo)

Conclusa la manifestazione Puliamo il Mondo svoltasi a Brusciano nell’ultimo fine settimana di Settembre

(quest’articolo rientra nel progetto socioculturale de “Il Cenacolo Bruscianese”)

 

Domenica 30 settembre, appuntamento alle 16 nel quartiere popolare (ex legge 219) di Brusciano, i volontari, coadiuvati dall’assessore all’ambiente – informatica e innovazione PA Giuseppe Cinque, impegnati nella campagna di Legambiente “Puliamo il Mondo”si radunano nel piazzale di viale Borsellino.

Il secondo giorno dell’iniziativa è dedicato al parco verde incastonato come un gioiello grezzo all’interno del quartiere popolare.

L’esperienza di Via Pertini è ancora fissa nelle menti dei volontari. Sui loro volti sorrisi ed entusiasmi si sprecano. Dopo la bella esperienza vissuta con i ragazzi delle scolaresche di Brusciano, in via Pertini, per i volontari  si prospetta un pomeriggio nel parco verde del quartiere popolare.

Un piccolo gioiello grezzo incastonato tra i palazzoni venuti su negli anni ottanta per accogliere le famiglie lasciate senza una casa per via del terremoto.

Giunti sul posto i volontari iniziano a dividersi gli attrezzi per dare il via alla pulizia del parco. Sarà un’impresa non facile, carte e rifiuti sono distribuiti un po’ ovunque. “Ci aspetta un bel pomeriggio di lavoro”, sostiene qualcuno.

“Stiamo Lavorando per Noi” si legge dietro le pettorine gialle di Legambiente e tutti i volontari sono consapevoli di quanto un gesto di civiltà così forte conta più di tutto. Per questo motivo non si perdono d’animo e iniziano a pulire.

Nel frattempo arriva il Sindaco Giuseppe Montanile. Come già successo in via Pertini, indossa uno dei cappellini gialli si munisce di scopa e si unisce ai volontari.

Sembra quasi il Martin McFly di ritorno al futuro con quel cappellino in testa. Intorno a lui continuano ad affluire volontari che si uniscono alla raccolta. La popolazione incuriosita, da questi uomini e donne in pettorina gialla, osserva.

C’è chi ride, chi si meraviglia, chi semplicemente guarda queste persone pulire come potrebbero guardare dal loro balcone i bambini giocare a calcio nel quadrato di mattonelle al centro del parco.

Poi succede qualcosa, i bambini, quelle piccole e complicate creature che non vivono gli odi e i rancori dei grandi, accorrono incuriositi e iniziano a parlare con i volontari.

Dalle chiacchiere all’indossare le pettorine gialle di Legambiente il passo è breve.

“Sindaco ma poi le giostrine qui quando le montate?”

“Noi in questo parco vogliamo un campetto per giocare a calcio, su quelle mattonelle di pietra ci facciamo male”

Un fiume di domande e parole rivolte al primo cittadino mentre si raccoglie una bottiglia di plastica, si spazzano carte e altri rifiuti che man mano spariscono riempendo i sacchetti dei volontari.

Spronati dai bambini anche alcuni dei loro genitori si sono uniti all’iniziativa spontaneamente. Il quartiere con i suoi bambini si è quasi stretto in un abbraccio al sindaco Montanile e ai volontari che l’accompagnavano in questa avventura.

Il gruppo di volontari si è così rimpinguato di nuove forze che hanno restituito una faccia più pulita a un parco che nei prossimi mesi sarà protagonista di una serie di iniziative per la riqualificazione del territorio.

Arrivati al termine della giornata i piccoli volontari dell’ex-219 hanno avuto in dono i cappellini di Legambiente e insieme al sindaco e agli altri volontari hanno festeggiato con bibite e patatine, nel bar sito in via Falcone, la fine della campagna “Puliamo il Mondo”.

Fine che, però, l’assessore e il sindaco hanno promesso sarà solo l’inizio di tante giornate in cui il paese vivrà momenti di aggregazione, cultura e rieducazione civica al rispetto dell’ambiente pubblico.

 

 

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait…


admin

 
Mithril Art - Rivista Letteraria - Associazione Culturale