0
Posted marzo 27, 2018 by admin in Romanzi
 
 

Cronache del Perduto Quarto Episodio


Cronache del Perduto Quarto Episodio

di Alessandro Cavaliere con le illustrazioni di Giuseppe Ferrante

Quarto Episodio

 

Siamo nel mondo di Ghera in una delle città di confine con il territorio di Baar che la gente comune chiama il reame dei mostri, perché oltre il confine tra   Baar e l’antica Halar c’è un vasto territorio popolato da creature oscure e minacciose.

episodio precedente

IV Episodio Oltre le Mura Della Città

 

Niall cercò di capire dove si fosse cacciata la sua compagna d’armi. La scena che si ritrovò davanti sembrava tranquilla, non c’era ancora segno dell’intervento di Mia.

Lui sapeva che quella calma non sarebbe durata. infatti, la sua Mia uscì fuori dal suo nascondiglio e subito si gettò contro le guardie più vicine ingaggiando con loro un combattimento serrato.

<<Mia non cambi proprio mai vero>>. Pensò ad alta voce. Niall estrasse la sua spada e iniziò a correre verso Mia.

Appena fu più vicino il ragazzo lanciò una polvere magica verso il cielo e da quest’ultima si propagò una sorta di barriera di energia che coprì parte del territorio circostante.

La baruffa creata da Mia aveva attirato l’attenzione di alcune guardie sulle mura che avevano iniziato a operarsi per soccorrere i compagni sotto attacco. Alcune frecce impattarono contro la barriera.

<<Sei la solita idiota>>. Disse Niall quando, dopo aver colpito con un pugno alla nuca una guardia, raggiunse Mia e gli si piazzò alle spalle.

<<Non potevo lasciare che l’uccidessero>>. Ribatté lei.

<<Così hai pensato di morire insieme alla bambina>>. Fece Niall i due erano spalla a spalla e fronteggiavano insieme le guardie rimaste in piedi.

<<Non eri tenuto a venire>>. Disse Mia freddamente. I due ragazzi respingevano in modo serrato l’attacco delle guardie che erano di scorta alla carovana del sacrificio.

<<Ti farò pagare anche questa>>. Disse Niall, che cercava di mettere fuori gioco le guardie senza doverle uccidere.

<<Ti invoco anima bestiale>>. Disse poi disegnando con la mano libera dalla spada un simbolo magico da cui si sprigionò una sorta di spirito.

<<Dobbiamo sbrigarci a venire fuori da questo casino>>. Commentò il ragazzo mentre lo spirito completamente avviluppato da una fiamma azzurrognola iniziava a prendere forma poco distante da loro.

Quando la fiamma si delineò in una sorta di tigre dai denti a sciabola il fuoco si estinse. L’animale iniziò ad attaccare le guardie che circondavano i due ragazzi. Generando il panico.

In poco tempo, anche grazie all’aiuto dello spirito invocato da Niall, le guardie furono messe fuori gioco.

<<Vi state divertendo?>>. Una voce familiare raggiunse i due ragazzi. Era la sorella di Niall che dalle mura li salutò vistosamente per farsi notare.

Era il segnale che i loro compagni erano giunti anche loro alle mura e avevano messo fuori gioco anche le guardie che si trovavano lì.

<<Estinguiti>>. Disse Niall alla tigre che divenne nuovamente un ammasso di energia e fuoco che poi si consumò scomparendo.

<<Grazie>>. Disse Mia.

<<Figurati>>. Le rispose Niall avvicinandosi alla ragazza che poi colpì con un pugno allo stomaco.

Prima che potesse aggiungere altro, mentre Mia si piegava per il dolore, il suono di un corno annunciò l’apertura delle porte esterne. I demoni e i mostri che li accompagnavano stavano arrivando.

Fine Capitolo Continua nel prossimo Episodio

No votes yet.
Please wait…


admin

 
Mithril Art - Rivista Letteraria - Associazione Culturale