0
Posted settembre 11, 2018 by admin in arte
 
 

Cry Baby


Cry Baby

Di Alessandro Cavaliere

Cry Baby

 

 

 

Scusami piccola mia per questo mio pessimo carattere,

ma sai ci sono uomini che non sanno fingere,

scusami se non fumo sigarette e bevo birra

se come gli altri non mi perdo in giri di fumo e caramelle

la mia unica droga è stata per un periodo il tuo sorriso,

l’odore della tua pelle, il sapore della tua bocca.

Però ora sai sono guarito,

non ho più quella fame di un tempo

ho il grigio nei capelli che mi fa apparire vecchio

eppure, mi basta sorridere per dimostrare il contrario.

Non voglio giustificarmi con te,

tanto non capiresti,

forse uomini e donne sono fatti per non capirsi.

Mi godo la mia solitudine in questa notte di luna

tra i randagi che incontro per strada e il dolore

che ripongo in una mano stretta a pugno

che brucia come potrebbe bruciare il mio cuore

pensando alle tue lacrime.

Piangi piccola, anche se fai male a piangere per me,

ma forse mi sto solo illudendo e quelle lacrime

che rigano il tuo viso appartengono a qualcun altro.

Nel mentre mi accompagno alla luna e penso al mondo

che si affanna a rubare felicità,

quando in molti non sanno neanche cosa sia

quella strana piccola e sfuggente magia.

(raccolta Foglie Perdute)


No votes yet.
Please wait…


admin

 
Mithril Art - Rivista Letteraria - Associazione Culturale