0
Posted gennaio 23, 2019 by admin in Poesia
 
 

Notte Solitaria


Notte Solitaria

di Alessandro Cavaliere

Notte Solitaria

 

Notte Solitaria,

che nel tuo silenzio amaro

ti stagli come un gigante

sulla mia piccola Macande,

sorridi con il volto della luna

e mi stringi il cuore

con la fioca luce delle stelle

che cerca di raggiungere

questo mondo nonostante le nuvole.

 

Il mio corpo è contornato dall’essenza stessa

della mia anima che quasi traboccante

si posa sul vetro di questa finestra bianca

che fa da filtro al mondo fuori

che silenzioso e indifferente

sonnecchia tra le tue braccia.

 

Indefinita è questa sensazione di vuoto

mentre gli occhi distinguono con difficoltà

i contorni oltre il vetro

e sembra quasi che fiumi di persone

senza volto

danzino muovendosi senza aver in realtà una meta.

Però, è solo l’anima che inganna gli occhi

perché il mondo fuori è colmo di solitudine

e oltre il vetro c’è solo la notte.


No votes yet.
Please wait…


admin

 
Mithril Art - Rivista Letteraria - Associazione Culturale