0
Posted giugno 29, 2018 by admin in Blog-Life
 
 

Prima Unione Civile Arcobaleno Del Comune di Brusciano


Prima Unione Civile Arcobaleno Del Comune di Brusciano

dalla redazione

Unione Civile prima volta per il paese vesuviano di Brusciano

 

Molti sostengono che l’amore sia il motore del mondo, che sia la forza che tiene legati gli esseri umani. Tutto questo, nonostante, le brutture e il freddo progredire della nostra società verso un mondo cinico e spietato.

Un mondo in cui gli esseri umani sono considerati consumatori e non persone. L’amore è ciò che ci sottrae dalle nostre piccolezze e dalle nostre meschinità. Una forza che spinge gli esseri umani a essere migliori.

Purtroppo, nel nostro paese, fino a poco tempo, fa le famiglie formate da persone dello stesso sesso vedevano sminuito e non riconosciuto legalmente questo loro diritto ad amarsi.

La legge “Cirinnà” del 2016 ha, se non cancellato, almeno ridotto questo divario di diritti tra i cittadini che ancora oggi esiste nella nostra legislatura.

Nonostante le tante battaglie vinte, purtroppo, il cammino verso l’uguaglianza e il riconoscimento dei diritti delle persone che compongono l’universo LGBT è ancora lungo e difficile.

L’Italia ha molti passi da fare per superare il proprio bigottismo e la propria omofobia. Piaghe che minano la possibilità di una società la quale rispetti le diversità e garantisca ai cittadini gli stessi diritti.

Brusciano il 29 giugno 2018 ha registrato la sua prima unione civile arcobaleno. Giuseppe Manzo 50 anni e Sergio D’Onofrio di 57 anni hanno potuto, davanti ai loro testimoni e una nutrita schiera di familiari, coronare il loro sogno di vedere riconosciuto anche dallo stato la loro unione.

Il tutto si è svolto alla presenza dell’avvocato Giuseppe Montanile, neoeletto sindaco del paese vesuviano, che ha ufficiato l’unione civile assistito dal funzionario comunale Vincenzo Auriemma.


No votes yet.
Please wait…


admin

 
Mithril Art - Rivista Letteraria - Associazione Culturale