0
Posted novembre 23, 2017 by admin in Poesia
 
 

Una Canzone Triste


Una Canzone Triste

di Alessandro Cavaliere

Una Canzone Triste…

 

È come una canzone triste il tuo sorriso,

la carezza lasciatami dai tuoi occhi;

un po’ assomiglia al buio in cui si cela la tua anima

che goccia a goccia è filtrato dentro di me.

È come una canzone triste questo cielo azzurro

in questa giornata d’autunno

in cui le foglie fingono di essere ancora vive

prima di vestirsi di rosso e giallo 

per colorare le strade del loro addio. 

Eppure, sai… Non riesco a smettere di sorridere

mentre gli occhi si riempiono di lacrime

e poi ridere a crepapelle 

mentre a una a una le sento scivolare

lungo il viso simili a foglie d’autunno. 

È come una sporca e crudele follia,

una di quelle che ti strozza dentro

ti stritola l’anima e ti trattiene il cuore

tra le mani.

È quasi come morire

lanciarsi nel vuoto per poi ricordare.

Eppure, sai… Non c’è nessun rancore,

odiare è un po’ come amare

e non si può sentire

ne l’uno e nell’altro

se quello che percepisci 

viene filtrato dal vetro di una finestra chiusa. 

È come una canzone triste,

ma anche se fa piangere;

 anche se fa morire dal ridere;

anche se fa male;

anche se….

Anche se ti  resta in testa

finché  gli occhi stanchi non ti obbligano a riposare. 

Anime-Girl-01

 

Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait…


admin

 

Mithril Art – Rivista Letteraria – Associazione Culturale