0
Posted 18 novembre 2014 by Antonio Clemente in Illustrazioni&Disegni
 
 

I Peanuts


I Peanuts, le tenerissime avventure di Charlie Brown, Snoopy e amici. di Antonio Clemente

di Antonio Clemente

I Peanuts, storie semplici, dal grandissimo valore pedagogico. di Antonio Clemente

I Peanuts, tradotto letteralmente con noccioline, non sono quei frutti secchi che troviamo gratis da ‘”Old Wilde West” ma sono i fumettini comunemente e semplicemente chiamati Snoopy o Charlie Brown.

Questi personaggi sia che ci consideriamo appassionati oppure no del genere, sono conosciuti in tutto il mondo, e permeano l’immaginario collettivo, con le loro storie, con i loro personaggi e con una fantasia sempre ancorata al realismo dell’infanzia.

I Peanuts sono un fumetto giornaliero creato da Charles Monroe Schulz e pubblicato dal 1950 al 2000, fino al giorno della morte dell’autore. Americano figlio di immigrati tedeschi Schulz ha saputo creare qualcosa di indimenticabile, con pazienza e semplicità.

I Peanuts rappresentano la storia di un gruppo di bambini e di alcuni animali, il cane Snoopy e il suo amico uccellino Woodstock nella provincia americana, non ci sono stravolgenti avventure, imprese, ma solo le paure, le idiosincrasie quotidiane, il terrore di non essere accettati, di rimanere soli, di vincere una partita di baseball. Le paure dell’età adulta viste con gli occhi dei bambini. 

Alla semplicità narrativa non corrisponde però una mancanza di profondità, anzi nelle laconiche vignette, spesso ci si domanda qual è il senso dello stare al mondo, della vita, dell’amicizia e anche dell’amore.

Tutti noi possiamo, almeno in alcuni momenti immedesimarsi in uno dei personaggi, come Charlie Brown, ragazzino timido, impacciato e sfortunato, preso in giro da tutti ma allo stesso tempo colonna portante del gruppo vero, nucleo insieme a Snoopy delle relazioni tra i personaggi.

Chi di noi non ha una coperta, reale o metaforica con cui proteggersi dalle insidie della vita, abbracciando con fede incrollabile un idea o un valore anche se si tratta dell’attesa del “Grande Cocomero”, oppure come Lucy, spesso mascheriamo la nostra debolezza  con un tono arrogante e atteggiamenti di falsa superiorità.

E Snoopy mi direte, non ci identifichiamo con Snoopy ? Snoopy rappresenta l’anarchia e la fedeltà allo stesso tempo, la fantasia dei bambini portata a stile di vita, lui è l’unico personaggio che non deve crescere, e per questo può vivere in un mondo immaginario aldilà di ogni regola e norma, conoscendo nella sua saggezza canina qual è il significato della vita, che per lui è l’affetto e ovviamente i biscotti.

Ogni storia dei Peanuts è un piccolo capolavoro d’indagine psicoanalitica tanto che lo psicologo Abram J. Twersky ha scritto dei libri su come affrontare i problemi familiari e di tutti i giorni attraverso le strisce di Charlie e compagni. Ma non solo, è stata fatta anche una serie di cartoni animati basati sulle strisce, sicuramente carina, che perde però qualcosa rispetto al medium della carta.

I Peanuts non sono solo storie di bambini per bambini, dicono anche all’adulto qualcosa di sé e del proprio “fanciullino interiore”, insomma sono davvero un’educazione sentimentale per grandi e piccini da non perdere e soprattutto da riscoprire ogni giorno.

Antonio Clemente

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.7/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)

I Peanuts, 9.7 out of 10 based on 3 ratings


Antonio Clemente

 
avatar
Antonio Clemente, nato a Foggia il 15/06/1987, Laureato in lettere moderne e studente di scienze dell'informazione, dell'editoria e della comunicazione a Tor Vergata, scrive e legge tantissimo, i suoi interessi spaziano dalle nuove tecnologie alla letteratura alla politica, alle scienze, insomma un redattore eclettico